Intervista ad Augusto daolio

Lunedì 17 maggio alle ore 15,00 – Salone Internazionale del Libro di Torino
presentazione del Libro: “Interviste ad Augusto Daolio” di Alberto Gedda
con la partecipazione di Beppe Carletti, Alberto Gedda, Rosi Fantuzzi

Interviste ad Augusto Daolio di Alberto Gedda
“Sono nato il diciotto febbraio millenovecentoquarantasette a Novellara di Reggio Emilia, nel cuore della notte mentre freddo e brina duellavano con rami secchi di pioppi e tigli. Sono nato al caldo e mi hanno chiamato Augusto come un nonno che non ho mai conosciuto. Il cognome Daolio mi è stato dato da un uomo semplice e a suo modo dolce e complice. Dall’età di sedici anni canto in un gruppo che si chiama Nomadi, scrivo canzoni e giro il mondo. C’è un altro mondo dentro di me che racconto con il disegno e la pittura, lo faccio da parecchi anni e alberi, rocce, cieli, lune, ombre e altro popolano questi miei racconti. Ho esposto in giro per l’Italia, ho illustrato dischi, libri, cartoline. Manifesti. Non disegno per riempire un vuoto ma per vuotare un pieno che è dentro di me e preme” Augusto Daolio

Interviste ad Augusto Daolio di Alberto Gedda (Fusta editore) a cura di Rosanna Fantuzzi con prefazioni di Vincenzo Mollica e Beppe Carletti, interventi e testimonianze di numerosi amici e ammiratori: da Pupi Avati a Zucchero

Intervista ad Augusto daolioultima modifica: 2010-05-15T11:16:24+00:00da gianluca1989
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento